La “nuova” maturità

È proprio a noi, classe 2000, che tocca inaugurare la nuova modalità d’esame… Per chi non fosse aggiornato le novità sono queste: la terza prova non verrà più proposta e rimarranno solo prima prova, seconda prova e colloquio orale. Anche questi si svolgeranno in modo diverso rispetto agli anni precedenti. La prova d’italiano infatti avrà 2 tracce di analisi del testo, 3 di testo argomentativo e 2 tracce di attualità. La seconda prova, che varia da indirizzo a indirizzo, è stata anch’essa modificata e potrà essere basata sulla multidisciplinarietà; in poche parole al classico si potrà lavorare sia sul greco che sul latino all’interno della stessa prova e la medesima cosa allo scientifico, con fisica e matematica. Del colloquio finale non si sa ancora molto nonostante siamo ormai a gennaio… Ma di certo in 50 minuti non potrà essere dato il giusto peso alle materie rimanenti, non trattate nelle prove scritte.
Sarà necessario inoltre svolgere le prove invalsi per essere ammessi all’esame, il cui voto non verrà però considerato; mentre le ore di alternanza scuola lavoro non saranno più necessarie, notizia accolta da noi studenti con grande risentimento, dato l’impegno dimostrato.
Le modalità d’esame sono quindi in parte ancora confuse, instabili e sicuramente dal nostro punto di vista contradditorie.
Una nota positiva però è il peso dato, sul punteggio finale, alla media dei voti durante gli ultimi tre anni, riuscendo così ad assegnare molti punti per l’impegno dimostrato durante la carriera scolastica e a ridurre di conseguenza il peso delle prove d’esame.


Matilde Rizzi

Annunci

I chierichetti ringraziano

I Chierichetti desiderano ringraziare di cuore tutti coloro che hanno voluto contribuire alla realizzazione della loro gita pellegrinaggio a Roma sulle reliquie di San Pietro e San Filippo Neri.
In modo particolare si ringraziano per la collaborazione: Confraternita del SS. Sacramento, Suore Miges, Coro Arcobaleno, Amici di Lourdes, Coro Liturgico San Gaudenzio, Edda Rita Serazzi, Grazia Pomi, Ornella Costanzo, nonna Luisa e tutti coloro che hanno offerto i dolci e le torte.
Paolo, Federico, Geremia, Simone, Agata, Marco, Martina, Michele, Gabriele, Gianluca, Simone, Isaac, Pietro, Giacomo, Paolo, Andrea, Paolo, Riccardo, Matteo, gli Animatori e Don GG

Ragazzi delle scuole medie in gita a Milano

Sabato 5 Gennaio a conclusione delle vacanze di Natale i ragazzi e le ragazze di IIa e IIIa media del Gruppo ‘Just-grest’ – che si incontra in Oratorio ogni venerdì alle 16.00 – ha vissuto una giornata speciale a Milano insieme ai Nuovi Animatori, Annalisa, suor Linnette, suor Olive e don GG.
Arrivati in mattinata con la metro in piazza Duomo il Gruppo ha giocato ad una caccia al tesoro whatsapp cercando le risposte ai quesiti che don GG inviava loro ogni 15’.
Nel primo pomeriggio poi ci si è spostati a piedi all’Istituto per Ciechi per sperimentare il percorso al buio: qualche ansia all’inizio ed un’immensa soddisfazione e divertimento alla fine!
Tornati in piazza Duomo ognuno si è dato allo shopping approfittando del primo giorno di saldi…
Close your eyes to see more… to see something breathtaking!!!
Erano presenti: Angelica, Bianca, Carlo, Christian, Filippo, Gabriele, Gaia, Isaac, Lavinia, Martina, Mirko, Riccardo, Sara, Marta, Chiara, Jacopo, Leonardo, Arianna, Simone, Giulio, Mattia.

Don GG

Ritinteggiato il bar dell’ Oratorio

Anche nei giorni in cui l’Oratorio è chiuso gli Animatori sono al lavoro per noi! Nei giorni delle vacanze natalizie una squadra di volonterosi, coordinati da Giona, Luca e Mattia si sono cimentati in un’impresa che desideravano realizzare sin dai giorni dello scorso Grest 2018 ‘All’Opera’ e forse ancor prima, ovvero dal Grest 2017 ‘Detto-Fatto’. Già lungo l’anno essi si prodigano in ogni manutenzione: tapparelle, caloriferi, attaccapanni, serrature, mensole (hihihi…), scenografie, neon e tutto il resto… Questa è stata però la volta di qualcosa di più impegnativo: la ritinteggiatura del bar.
Decisi a ricalcare le forme ed i colori del puzzle preesistente, realizzato nel Giugno 2001 – ed è già stato arduo reperirli tutti uguali, ma così avevano stabilito con don GG… – aggiungendo qualche tocco artistico personale, che i più attenti osservatori sapranno notare, i ragazzi hanno meravigliato tutti per la serietà, la precisione, la passione e la pazienza che mettevano nel lavoro. Una suora ha commentato: ‘superlativi’; un elettricista: ‘incredibili’; un imbianchino: ‘avessi io una squadra così’; Marcella: ‘sono bravissimi, e non sporcano nemmeno!’; un ospite: ‘dovresti pagarli con tanto oro quanto pesano’.
D’altronde i muri di quest’Oratorio, che tra due anni compirà 50 anni, sarebbero inutili, se non fossero abitati dai ragazzi, quasi come una loro seconda casa. Gli stessi muri diventano più belli quando al loro interno ci sono ragazzi così generosi: credo sia sotto gli occhi di tutti. Più bello ancora è quando sono gli stessi ragazzi ad educarne altri, trascinandoli solo con l’entusiasmo e la voglia di superarsi. Ed è quel che è successo!
Da parte mia va loro un enorme grazie, perché sono sempre di esempio per tutti nel prendere sul serio le cose che si dicono loro: fanno riflettere allora i titoli dei due Grest citati all’inizio: Detto-Fatto ed All’Opera. Ed aspetto curioso il titolo del prossimo Grest per immaginarmi di quali belle imprese saranno capaci!
Vedere per credere, credere per vedere…
Don GG

Suor Vittoria ci scrive

Ave Maria in Cristo Gesù tutto per il Papa
Roma, 29.12.2018
Carissimi don Graziano, ragazzi e ragazze,
un grazie veramente grande per la sorpresa che mi avete fatto venendo a Roma a trovarmi; sapevo che da Varallo sarebbe venuto don Graziano con un gruppetto di ragazzi, ma la sorpresa è stata grande vedendo un gruppo grande e gioioso.
Grazi poi e grazie ancora!
Vi affido tutti al Signore, perché vi doni sempre quella gioia che avete manifestato. Mentre vi scrivo vi rivedo tutti davanti a me gioiosi ed anche commossi come lo ero io.
Vi affido tutti alla Madonna, perché sempre vi sia vicina e vi aiuti nella vostra crescita. Cari ragazzi e ragazze, che attraverso l’aiuto di don Graziano e degli Animatori e Genitori possiate crescere da bravi ragazzi e ragazze.
Prometto di portarvi tutti nel mio cuore ed ogni giorno pregare per ognuno di voi, accompagnandovi – anche se da lontano – nel vostro cammino di crescita sempre in unione a Gesù.
Voglio ringraziare i vostri Genitori, perché vi hanno dato la possibilità di venire fino a Roma. Assicuro a loro il mio ricordo, che si fa preghiera ed il mio grazie. Vi voglio tanto bene e sempre vi ricorderò.
Grazie a don Graziano per tutto quello che fa per voi, ma molto più per quanto ha fatto per me. Contraccambio con la preghiera.
Vi ricordo e vi ricorderò sempre tutti, ma molto di più gli Animatori.
Scrivetemi qualche volta.
Con affetto grande vi saluto ed abbraccio. Ciao a tutti.
suor Maria Vittoria Aldeghi

Chierichetti in viaggio nella Capitale

Nei giorni di giovedì 27 e venerdì 28 dicembre il nostro gruppo chierichetti, accompagnato da Don Graziano e da alcuni animatori dell’oratorio, ha vissuto un’esperienza unica: una gita nella città eterna, Roma. Tra rovine antiche e chiese ricche d’arte, i chierichetti hanno potuto visitare gli edifici più importanti e belli dell’Urbe, il Pantheon, la chiesa di San Luigi dei Francesi, con le splendide tele di Caravaggio, Piazza di Spagna, Piazza Navona e la fontana di Trevi e hanno potuto varcare la soglia della chiesa più grande del mondo, San Pietro. Inoltre i nostri chierichetti hanno avuto l’occasione di celebrare una messa proprio a Roma, nella chiesa di San Filippo Neri. Ma tra le visite e la cultura, non poteva mancare un po’ di divertimento, come un buonissimo gelato nella gelateria storica di Roma, Giolitti. Un caro saluto a Suor Vittoria non poteva concludere in modo migliore questo breve viaggio, un viaggio che ha arricchito il gruppo chierichetti, unendolo e donando amicizia e sintonia.

Micol Sacchi

Aria di Natale

Nel pomeriggio di domenica 16 dicembre 2018 è stato messo in scena al Teatro Civico di Varallo un musical natalizio dal titolo “I Re Magi”. Protagonisti dello spettacolo molti bambini e ragazzi della Parrocchia riuniti nel “Gruppo teatrale della Mantegna”, quartiere in cui abita la maggior parte di loro.
E’ il terzo anno che questi giovani propongono a genitori, nonni, parenti e amici, sempre numerosi e calorosi, uno spettacolo natalizio: dai canti di Natale del 2016 alla proiezione del cortometraggio “Crispino il ciabattino” del 2017 (sempre presso l’Oratorio della Mantegna), quest’anno è stata la volta di un musical incentrato sul lungo cammino e l’arrivo dei Magi a Betlemme, per adorare il Bambin Gesù.
Il lavoro di preparazione dello spettacolo è cominciato a settembre scorso: un team di scenografi ha dipinto i vari sfondi, gli attori si sono esercitati nell’imparare le rispettive parti, i musicisti (tra cui alcuni genitori) hanno preparato la colonna sonora, le mamme hanno adattato i costumi ricevuti dal nostro Oratorio, dalla Pro Loco di Civiasco e dal Comitato Carnevale di Varallo e alcune di loro si sono rese disponibili per i ruoli di suggeritore e aiuto regia, altri genitori hanno collaborato nel trasporto del materiale e nell’allestimento del teatro. A fine novembre-inizio dicembre ci sono state tre prove generali al Teatro Civico, palco straordinario che il Comune di Varallo ha voluto mettere a disposizione di questi giovanissimi attori e scenografi (con il prezioso supporto dietro le quinte di Graziano Giacometti).
Il 16 dicembre, con un mix di timore, entusiasmo e allegria in corpo, gli attori hanno saputo dare il meglio di sé nella recitazione, nel canto e nei balli, ricevendo moltissimi applausi dal folto pubblico. Al termine è stato particolarmente gradito il rinfresco con panettoni e cioccolata calda offerto dalla Pro Loco di Varallo e da alcuni genitori.
Il “Gruppo teatrale della Mantegna” proseguirà la sua attività sin dai primi mesi del 2019 ed è aperto a tutti i bambini e i giovani che desiderassero entrare a farne parte!
Con la loro spontaneità e allegria questi ragazzi e bambini, alcuni molto piccoli, sono riusciti a far rivivere a tutti noi un riflesso di quello speciale incontro tra la dolcezza di Dio e la sete di infinito dei popoli di tutti i tempi, evento “accaduto ben 2018 anni fa e tuttavia intramontabile”, come affermava uno dei presentatori nelle vesti del nostro Gaudenzio Ferrari.

Silvio

Presepio in una Damigiana

Oggi pomeriggio una coppia di amici Pallanzotti mi ha portato in dono un presepe fatto da loro dentro ad una damigiana. Per qualche giorno resterà in Collegiata e poi sarà conservato in Oratorio. È accompagnato dalla lettera che riportiamo. Vuol essere una riflessione artistica sul senso del Natale e vuol essere il nostro migliore augurio a tutti voi da parte dell’Oratorio di vivere un Santo Natale!!!

È un presepio tradizionale, ma soprattutto meditativo. È tradizionale per i personaggi in terracotta, dipinti a mano; le pecore invece sono in vetroresina così come le ochette in primo piano; tradizionale poi per il porsi delle statuette: la capanna con i Protagonisti, i suonatori, i magi, i pastori ed i visitatori. Sono stati aggiunti nel paesaggio i simboli di Varallo: un cenno al Sacro Monte con la visione sommaria di alcune cappelle, che confluiscono alla Basilica ed un cenno al Sesia rappresentato dal piccolo corso d’acqua. È meditativo: la luce del luogo della Nascita è più raccolta, diversa dalle altre, perché è avvenuto un Mistero; il volo degli uccelli, che potrebbero essere rondini od altri uccelli migratori, ci dice del loro ritorno, perché con la nascita di Gesù anche la natura si rinnova, per questo il paesaggio è in prevalenza verde; sono uccelli migratori perché anche noi siamo di passaggio su questa terra; le montagne hanno colore violaceo, annuncio dell’aurora dopo la notte. Nel cielo non ancora terso volano tre aquile uguali, simbolo della Trinità, di cui in quel momento la Seconda Persona, per l’unione ipostatica, gode anche della natura umana. L’albero spoglio dietro il luogo della Nascita ha due significati: l’uno negativo rappresenta l’uomo vecchio prima di Cristo, l’altro positivo è la prefigurazione del legno della Croce. Passando attraverso la culla fiorisce un albero nuovo, l’uomo nuovo, i cui fiori hanno il colore del Sangue Redentivo. Infine la pastorella dà il dorso alla culla, perché i pastori all’arrivo dei magi erano tornati ai loro ovili; tuttavia un agnello è salito fino alla culla ed ha posto una zampetta sul tappeto d’oro: esso vuole essere la citazione dell’Agnello di Dio.

Con cordialità

Diana e Silvio

Lectio per giovani

Venerdì 30 novembre si è svolta a Scopello la prima Lectio divina per Animatori e Giovani. Come l’anno scorso gli animatori dell’oratorio di Varallo e di altri oratori del Vicariato della Valsesia, si sono ritrovati per quella che può essere definita una “lezione”.
Una pizzata a Scopello in compagnia di altri Animatori, Carlo Cornalino, i don e le suore ha dato l’avvio alla bella serata.
In chiesa parrocchiale poi don Salvatore Gentile ha guidato la Lectio divina con passione e simpatia: Vasco Rossi, Pinocchio e Zaccheo. La lettura dell’episodio biblico di Zaccheo, dei testi di Vasco e l’interpretazione del racconto di Pinocchio, che a detta di molti è per l’infanzia, hanno in realtà mostrato, nascoste nelle loro frasi, un significato più profondo. Il silenzio dell’Adorazione Eucaristica ha poi lasciato modo ad ognuno di riflettere ancora sulle parole di don Salvatore.
Prima del rientro don Marco Barontini ha offerto a tutti un dolce rinfresco. Come già detto, con noi c’era Carlo; per lui raggiungere il gruppo nel salone parrocchiale sarebbe stato impossibile, ma dato che per gli animatori nulla è impossibile, lo abbiamo aiutato nella salita e nella discesa della gradinata che portava al ritrovo. Qui abbiamo assistito alla combattutissima (o quasi) partita di calcetto tra don Salvatore e don Graziano contro gli animatori, ovviamente ed evangelicamente persa dai primi.
La prossima Lectio divina sarà a Borgosesia venerdì 18 Gennaio e sarà guidata da don Fulvio Trombetta, insegnante di Religione di molti di noi.

GZ

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora